Anche quest'anno, l'1 giugno, Arci Bari organizza "La parata delle forze disarmate", la festa dei circoli ARCI di Bari e Bat dedicata ai temi dell'antimilitarismo e della non violenza con dibattiti, reading, performance di danza e concerti..

La festa si terrà a Santeramo in Colle (BA) in piazza Berlinguer a partire dalle ore 18.00

Ecco il programma:  

ore 18.00 Dibattito 
 
ore 19.30 Reading con Pippo Marzulli e Antonio Mirenghi
 
ore 20.00 esibizione di danza a cura di StudioDanza
 
ore 20.45 live In-Tensione (rock)
 
ore 21.30 live Diana Spencer Grave Implosion (rock)
 
ore 22.15 SOSSIO BANDA
 
nelle pause: dj set a cura dei circoli 

Domani, giovedì 9 aprile, per la prima volta ARCI Bari, insieme con ANPI, IPSAIC e CGIL Bari, ricorderà la strage del porto di Bari avvenuta esattamente 70 anni fa.

L'esplosione, per cause ancora incerte, di una nave militare statunitense provocò la morte di oltre 400 persone in grande parte lavoratori portuali provenienti da tutta la provincia.

Domattina una delegazione di ARCI Bari guidata dalla vicepresidente, Livia Cantore, parteciperà alla cerimonia di commemoraione che si terrà presso il porto di Bari.

Nell'occasione ancora un allestimeno dell'stallazione "Trama resistente" realizzata dal collettivo Yes we knit.

l'Arci Comitato territoriale di Bari cerca operatori/trici sociali per il progetto “La Nuova Dimora” per accoglienza, integrazione e tutela di richiedenti protezione internazionale e rifugiati finanziato all’interno del Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati politici.

Sedi del lavoro Putignano e Noci.

         Saranno considerati in sede di colloquio requisiti preferenziali:

            -  Laurea in Scienze dell'Educazione (nuovo o vecchio ordinamento);

            -  Precedente esperienza in ambito interculturale;

            -  predisposizione al lavoro in equipe;

-  flessibilità.

   Gli interessati possono inviare i CV a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Arci Comitato territoriale di Bari cerca altresì operatori/trici sociali per il progetto SPRAR promosso dal Comune di Corato rivolto all'accoglienza, integrazione e tutela dei richiedenti protezione internazionale e rifugiati.

Sede di lavoro Corato.

         Saranno considerati in sede di colloquio requisiti preferenziali:

            -  Laurea in Scienze dell'Educazione (nuovo o vecchio ordinamento);

            -  Precedente esperienza in ambito interculturale;

            -  predisposizione al lavoro in equipe;

-  flessibilità

Gli interessati possono inviare i CV a:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.   

l'Arci Comitato territoriale di Bari cerca operatori/trici sociali per il progetto “La Nuova Dimora” per accoglienza, integrazione e tutela di richiedenti protezione internazionale e rifugiati finanziato all’interno del Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati politici.

Sedi del lavoro Putignano e Noci.

         Saranno considerati in sede di colloquio requisiti preferenziali:

            -  Laurea in Scienze dell'Educazione (nuovo o vecchio ordinamento);

            -  Precedente esperienza in ambito interculturale;

            -  predisposizione al lavoro in equipe;

-  flessibilità.

   Gli interessati possono inviare i CV a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Arci Comitato territoriale di Bari cerca altresì operatori/trici sociali per il progetto SPRAR promosso dal Comune di Corato rivolto all'accoglienza, integrazione e tutela dei richiedenti protezione internazionale e rifugiati.

Sede di lavoro Corato.

         Saranno considerati in sede di colloquio requisiti preferenziali:

            -  Laurea in Scienze dell'Educazione (nuovo o vecchio ordinamento);

            -  Precedente esperienza in ambito interculturale;

            -  predisposizione al lavoro in equipe;

-  flessibilità

Gli interessati possono inviare i CV a:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.   

Lunedì 9 febbraio, presso il circolo Arci Zona Franka di Bari, Luciano Canfora, storico e filologo, professore emerito dell’Università degli Studi di Bari, direttore dal 1975 della rivista “Quaderni di storia”, curatore della collana “I Classici del Pensiero” per il Corriere della Sera, ha ricevuto la tessera onoraria dal comitato Arci Bari e BAT, la prima nella storia del comitato.

A consegnare la tessera onoraria 2015 al luminare barese c’era Luca Basso, presidente Arci Bari: “L’ Arci – sottolinea il presidente - è l’unico soggetto storico della sinistra italiana a non aver cambiato nome e identità in questi anni. Questo è stato possibile perché siamo un'associazione plurale con un solido patrimonio di valori e principi. Ringrazio il Professor Canfora a nome dei quasi cinquemila soci Arci Bari e BAT. Le rare tessere onorarie che consegniamo a personalità rappresentative della cultura, della politica e della società sono per noi un modo per rendere chiaro a tutti chi siamo e dove andiamo: un gruppo di persone attive nel presente, con forti radici nel passato e con un chiaro progetto di progresso civile e sociale per il futuro.”

“Sono grato per questo riconoscimento - ha detto il professor Canfora al momento della consegna. Sono grato per il lavoro penetrante che si fa giorno per giorno. È questa la cosa più importante, perché viviamo in tempi oscuri ed è fondamentale che ognuno porti un po’ di luce, discutendo in ambienti indubbiamente ostili, ponendo dei dubbi, s Consegna della tessera onoraria a Luciano Canfora, con Luca basso e Francesca Torre enza squadernare certezze.”