Cercasi | Coordinatore Progetto Sprar San Pietro Vernotico

INVITO A MANIFESTARE PROPOSTE DI CANDIDATURA COORDINATORE/COORDINATRICE

PROGETTO DI ACCOGLIENZA PER RICHIEDENTI ASILO E RIFUGIATI NELL’AMBITO DEL SISTEMA DI PROTEZIONE (SPRAR) DEL COMUNE DI SAN PIETRO VERNOTICO

Data pubblicazione: 16/05/2018

Data scadenza: 31/05/2018 ore 12:00.

Ruolo: Coordinatore/Coordinatrice di Progetto

Sede di lavoro: San Pietro Vernotico (BR)

Costituiranno titolo preferenziale:

  • Laurea preferibilmente nei seguenti indirizzi formativi: Scienze dell’Educazione o Scienza del Servizio Sociale, Scienze e Tecniche Psicologiche, Sociologia e Pedagogia.
  • Corsi di specializzazione e aggiornamento in materie attinenti i fenomeni migratori; l’accoglienza, la protezione dei richiedenti asilo e dei rifugiati; la mediazione interculturale.
  • Esperienza nel settore

Competenze e attitudini:

  • Ottime capacità di ascolto, sintesi, lavoro in équipe, gestione dello stress, problem solving;
  • conoscenza del francese e/o dell’inglese, e possibilmente di altre lingue;
  • Patente B;
  • attitudine propositiva e flessibilità;
  • buone capacità nell’utilizzo del personal computer;
  • nessun carico penale pendente;

Principali attività:

Supporto alla pianificazione, gestione e monitoraggio tecnico-finanziario delle attività di progetto e rendicontazione; conduzione equipe nel raggiungimento degli obiettivi, gestione del gruppo di lavoro e verifica operato dei singoli componenti; direzione dei processi di presa in carico e cura della relazione con i beneficiari (inserimenti; colloqui principali, ecc.); cura dei rapporti di collaborazione con i referenti comunali e gestione dei rapporti istituzionali al fine della costruzione della rete territoriale; conduzione delle riunioni d’equipe e degli incontri mensili di monitoraggio per verificare l’andamento dei servizi erogati nell’ambito del progetto; responsabile dell’aggiornamento della Banca Dati.

Chiusura Candidature

Le candidature dovranno pervenire entro il 31/05/2018 ore 12:00.

Modalità di presentazione delle candidature

Le candidature dovranno pervenire tramite e-mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. con allegato CV, lettera di presentazione e autorizzazione al trattamento dei dati personali indicando come riferimento nell’oggetto: Coordinatore progetto SPRAR San Pietro Vernotico.

Solo i candidati preselezionati saranno presi in considerazione.

 

Scarica qui

Cercasi | Coordinatore Progetto Sprar San Pietro Vernotico

INVITO A MANIFESTARE PROPOSTE DI CANDIDATURA COORDINATORE/COORDINATRICE

PROGETTO DI ACCOGLIENZA PER RICHIEDENTI ASILO E RIFUGIATI NELL’AMBITO DEL SISTEMA DI PROTEZIONE PER RICHIEDENTI ASILO E RIFUGIATI (SPRAR) DEL COMUNE DI SAN PIETRO VERNOTICO

Data pubblicazione: 16/05/2018

Data scadenza: 31/05/2018 ore 12:00.

Ruolo: Coordinatore/Coordinatrice di Progetto

Sede di lavoro: San Pietro Vernotico (BR)

Costituiranno titolo preferenziale:

  • Laurea preferibilmente nei seguenti indirizzi formativi: Scienze dell’Educazione o Scienza del Servizio Sociale, Scienze e Tecniche Psicologiche, Sociologia e Pedagogia.
  • Corsi di specializzazione e aggiornamento in materie attinenti i fenomeni migratori; l’accoglienza, la protezione dei richiedenti asilo e dei rifugiati; la mediazione interculturale.
  • Esperienza nel settore

Competenze e attitudini:

  • Ottime capacità di ascolto, sintesi, lavoro in équipe, gestione dello stress, problem solving;
  • conoscenza del francese e/o dell’inglese, e possibilmente di altre lingue;
  • Patente B;
  • attitudine propositiva e flessibilità;
  • buone capacità nell’utilizzo del personal computer;
  • nessun carico penale pendente;

Principali attività:

Supporto alla pianificazione, gestione e monitoraggio tecnico-finanziario delle attività di progetto e rendicontazione; conduzione equipe nel raggiungimento degli obiettivi, gestione del gruppo di lavoro e verifica operato dei singoli componenti; direzione dei processi di presa in carico e cura della relazione con i beneficiari (inserimenti; colloqui principali, ecc.); cura dei rapporti di collaborazione con i referenti comunali e gestione dei rapporti istituzionali al fine della costruzione della rete territoriale; conduzione delle riunioni d’equipe e degli incontri mensili di monitoraggio per verificare l’andamento dei servizi erogati nell’ambito del progetto; responsabile dell’aggiornamento della Banca Dati.

Chiusura Candidature

Le candidature dovranno pervenire entro il 31/05/2018 ore 12:00.

Modalità di presentazione delle candidature

Le candidature dovranno pervenire tramite e-mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. con allegato CV, lettera di presentazione e autorizzazione al trattamento dei dati personali indicando come riferimento nell’oggetto: Coordinatore progetto SPRAR San Pietro Vernotico.

Solo i candidati preselezionati saranno presi in considerazione.

Scarica qui

In occasione della giornata mondiale contro il razzismo, Arci Brindisi, ente gestore dello SPRAR (Sistema di protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati) di San Pietro Vernotico, presenta lo spettacolo di burattini "Lo scazzuamurreddhu innamorato" di e con Tina Aretano e con Antonello Cotardo, in collaborazione con InDisciplinati - eventi, cultura, spettacolo.

 

Lo spettacolo racconta la storia dello SCAZZUAMUREDDHU, folletto salentino, che vive solitamente nelle case o nelle campagne, storie e racconti popolari sono ricchi di particolari su questo curioso personaggio. Il suo carattere dispettoso e irriverente si presta a quelli che sono i tempi dei burattini, la sua furbizia e il suo modo scanzonato di giocare si avvicinano molto al carattere di Pulcinella. Ricco di caratteri tipici salentini come “La Cummare”, “La Breddra Carusa” e altri personaggi che usano toni e frasi dialettali, cattura il pubblico fino alla fine della storia e lo spettatore partecipa attivamente allo spettacolo.

Lo spettacolo si terrà presso il Circolo LaFactory Arci di San Pietro Vernotico e l’ingresso è gratuito.

 

L’evento è dedicato in particolare ai bambini e sarà occasione per far conoscere alla cittadinanza i beneficiari dello SPRAR di San Pietro Vernotico; venerdì 23 sarà organizzato un secondo evento, sempre presso il Circolo LaFactory, durante il quale sarà possibile incontrare e conoscere alcuni beneficiari grazie al progetto “Catering Migrante” (verrà offerto un aperitivo preparato da loro). A seguire si esibirà la formazione guidata dal trombettista Cesare Dell’Anna, un melting pot sonoro che simboleggia un mondo fatto di aggregazione e non di rifiuto, di armonia e non di disprezzo. L'incontro tra culture apparentemente differenti che si confrontano tra loro e si uniscono nella musica con la partecipazione del cantante africano Talla.

 

Le due manifestazioni sono state organizzate in occasione del 21 marzo, la giornata mondiale contro il razzismo, istituita dalle Nazioni Unite in memoria del Massacro di Shaperville (Sudafrica) perpetrato dalla polizia sudafricana nel 1960 in cui furono uccisi 69 manifestanti che protestavano pacificamente contro le leggi razziste emanate dal regime dell’apartheid.

 

INFO WHATSAPP 3484936710/3284221868

La rassegna RaccontARCI quest'oggi incontra La Factory, circolo ARCI di San Pietro Vernotico dedito alla promozione culturale e all'inclusione sociale.

Siamo a pochi minuti dalla stazione e ci avviamo verso via Sant’Antonio 8, sede appunto dell’associazione. Ad attirare subito la nostra attenzione sulla facciata esterna ci pensa un fantastico murales realizzato partendo dalle parole chiave “cultura”, “arte” e “tradizione”.

"Questo è un bellissimo regalo fatto dalla Cat Crew capeggiata da Eight. Parliamo del 2016, la prima edizione di “Pesche fresche” un evento interamente dedicato all’arte che ogni anno organizziamo con ARCI Brindisi. Una bellissima occasione tra street art, musica ed attività culturali che quest’anno ci ha permesso di ripensare la facciata del palazzetto di San Pietro

 

 

A raccontarci questo particolare aneddoto è Andrea Bari, attuale presidente del circolo che ci conduce anche all’interno della sede. Ci ritroviamo quindi in una sala arredata con cura e

capace di unire più stili e gusti. Qui incontriamo anche Simona, docente di italiano del progetto SPRAR “San Pietro Accoglie” gestito appunto da ARCI Brindisi.

“Ogni giorno in questo spazio abbiamo la possibilità di organizzare le lezioni del corso di italiano per i nostri beneficiari. Proviamo a dar loro la possibilità di acquisire il principale strumento di integrazione necessario per vivere la nostra realtà: la lingua italiana.”

La Factory è infatti punto di ritrovo sia per la comunità locale, i soci ARCI ma anche per i beneficiari del progetto di accoglienza. Il circolo ha da sempre l’obiettivo di promuovere la cultura e l’arte che spesso diventano leve ideali per la valorizzazione della multiculturalità.

“Incontrare nuove culture, anche distanti da noi, ci permette di sperimentare, migliorare e creare nuove occasioni di crescita personale e sociale.”

Dalla serata a tema con ospite al confronto critico su temi quali letteratura, poesia e arte. Il cuore pulsante della comunità di San Pietro Vernotico è quasi sempre attivo tra le mura de La Factory, vera e propria eccezione in un contesto difficile specie per le generazioni più giovani.

C'è bisogno di inventare spazi reali, riempirli di ciò che manca. Incontrarsi per dare un senso alle parole cultura, libertà, creatività, partecipazione. La Factory è un angolo da inventare, da riempire di impulsi creativi, di musica, di libera arte, di teatro, di gestualità spontanee, di letteratura e poesia, dibattito e creazione consapevole di stimoli culturali nuovi. Uno spazio in cui condividere percorsi, sperimentare nuove prassi e forme di aggregazione, approfondire e proporre letture nuove delle diverse tematiche sociali.

 

 

Andrea sceglie poi di elencare tutta una serie di attività svolte in questi anni insieme ai soci. Tra le sue preferite troviamo sicuramenteScampagnARCI”, unevento realizzato con il circolo ARCI Roots mirato alla cura del verde, degli spazi comuni e delle campagne, spesso trasformate in vere e proprie discariche a cielo aperto.

ScampagnARCI, è un evento mirato alla sensibilizzazione dei nostri concittadini sull’abbandono dei rifiuti nelle campagne. Durante queste giornate l'obiettivo è stato ripulire interamente le zone più inquinate grazie alla partecipazione di molti soci e volontari. Un esperimento che proveremo sicuramente a riproporre.

Il principale campo d'interesse del circolo resta comunque quello della promozione artistica. Ogni venerdì sera, infatti, la Factory accoglie e promuovere artisti di vario genere regalando emozioni che si fanno stradatra ritmi incalzanti e incanti sonori che toccano paesi e generi diversi; dal funk all’elettronica, dalle tradizioni popolari fino all’hip hop, dall’indie rock alla fusion.

Non credo sia il cosa di svelare ulteriori dettagli: La Factory si vive, non si racconta! Vi aspettiamo.

 

 

 

La rassegna RaccontARCI quest'oggi incontra La Factory, circolo ARCI di San Pietro Vernotico dedito alla promozione culturale e all'inclusione sociale.

Siamo a pochi minuti dalla stazione e ci avviamo verso via Sant’Antonio 8, sede appunto dell’associazione. Ad attirare subito la nostra attenzione sulla facciata esterna ci pensa un fantastico murales realizzato partendo dalle parole chiave “cultura”, “arte” e “tradizione”.

"Questo è un bellissimo regalo fatto dalla Cat Crew capeggiata da Eight. Parliamo del 2016, la prima edizione di “Pesche fresche” un evento interamente dedicato all’arte che ogni anno organizziamo con ARCI Brindisi. Una bellissima occasione tra street art, musica ed attività culturali che quest’anno ci ha permesso di ripensare la facciata del palazzetto di San Pietro

 

 

A raccontarci questo particolare aneddoto è Andrea Bari, attuale presidente del circolo che ci conduce anche all’interno della sede. Ci ritroviamo quindi in una sala arredata con cura e

capace di unire più stili e gusti. Qui incontriamo anche Simona, docente di italiano del progetto SPRAR “San Pietro Accoglie” gestito appunto da ARCI Brindisi.

“Ogni giorno in questo spazio abbiamo la possibilità di organizzare le lezioni del corso di italiano per i nostri beneficiari. Proviamo a dar loro la possibilità di acquisire il principale strumento di integrazione necessario per vivere la nostra realtà: la lingua italiana.”

La Factory è infatti punto di ritrovo sia per la comunità locale, i soci ARCI ma anche per i beneficiari del progetto di accoglienza. Il circolo ha da sempre l’obiettivo di promuovere la cultura e l’arte che spesso diventano leve ideali per la valorizzazione della multiculturalità.

“Incontrare nuove culture, anche distanti da noi, ci permette di sperimentare, migliorare e creare nuove occasioni di crescita personale e sociale.”

Dalla serata a tema con ospite al confronto critico su temi quali letteratura, poesia e arte. Il cuore pulsante della comunità di San Pietro Vernotico è quasi sempre attivo tra le mura de La Factory, vera e propria eccezione in un contesto difficile specie per le generazioni più giovani.

C'è bisogno di inventare spazi reali, riempirli di ciò che manca. Incontrarsi per dare un senso alle parole cultura, libertà, creatività, partecipazione. La Factory è un angolo da inventare, da riempire di impulsi creativi, di musica, di libera arte, di teatro, di gestualità spontanee, di letteratura e poesia, dibattito e creazione consapevole di stimoli culturali nuovi. Uno spazio in cui condividere percorsi, sperimentare nuove prassi e forme di aggregazione, approfondire e proporre letture nuove delle diverse tematiche sociali.

 

Andrea sceglie poi di elencare tutta una serie di attività svolte in questi anni insieme ai soci. Tra le sue preferite troviamo sicuramenteScampagnARCI”, unevento realizzato con il circolo ARCI Roots mirato alla cura del verde, degli spazi comuni e delle campagne, spesso trasformate in vere e proprie discariche a cielo aperto.

ScampagnARCI, è un evento mirato alla sensibilizzazione dei nostri concittadini sull’abbandono dei rifiuti nelle campagne. Durante queste giornate l'obiettivo è stato ripulire interamente le zone più inquinate grazie alla partecipazione di molti soci e volontari. Un esperimento che proveremo sicuramente a riproporre.

Il principale campo d'interesse del circolo resta comunque quello della promozione artistica. Ogni venerdì sera, infatti, la Factory accoglie e promuovere artisti di vario genere regalando emozioni che si fanno stradatra ritmi incalzanti e incanti sonori che toccano paesi e generi diversi; dal funk all’elettronica, dalle tradizioni popolari fino all’hip hop, dall’indie rock alla fusion.

Non credo sia il cosa di svelare ulteriori dettagli: La Factory si vive, non si racconta! Vi aspettiamo.